Site Loader
Bvlgari

Segui i tuoi sogni.

Bvlgari

Bvlgari è una Maison affascinante, dal gusto eterno e all’insegna del continuo divenire. È molto più d’una semplice azienda. Il carattere raffinato si racconta in un abbraccio tra passato e presente. Una lunga tradizione che non rinnega mai le proprie origini, bensì le valorizza, senza rifiutare la naturale evoluzione.

Perché la Maison Bvlgari è così affascinante? Perché è colei che sa elargire eleganza e trasformazione. Due caratteristiche che contraddistinguono l’essere umano, senza le quali non può esservi ombra d’eccellenza.

Scegliere Bvlgari significa entrare in una dimensione mistica, che ben si armonizza con la propria personalità. Questo approfondimento è dedicato alla conoscenza dei tratti della Maison. Quindi, è bene partire dalle origini. Dopodiché, si passa agli elementi distintivi che simboleggiano, per natura, femminilità e metamorfosi. Buona lettura!

Bvlgari: origini di un’ascesa gloriosa

Nel 1884 la Maison Bvlgari viene fondata a Roma dall’argentiere greco Sotirio Bulgari. Da questo momento iniziano le origini di un’ascesa gloriosa. L’incontro di due culture, quella greca da un alto e dall’altro, quella italiana, creano gioielli d’alta qualità. Essi spiccano sia per le combinazioni di colori vivaci sia per i motivi che richiamano la città di Roma.

Negli Anni Venti, la Maison Bvlgari diventa un’azienda a conduzione familiare, con l’aperura della prima Boutique, in Via Sistina. Così, dall’ispirazione della scuola orafa francese, all’argento viene aggiunto il platino. Il luccichio prodotto ricorda il sole. E così nascono nuove forme di gioielli, come quelle dei Serpenti.

Fantasia e talento sono gli ingredienti del successo. Le successive combinazioni di forme e materiali pregiati celebrano, perfino, l’architettura romana. Si tratta, pertanto, di una storia dalle note di testa greche, seguite da quelle di cuore francesi, per poi terminare nelle note di fondo italiane. Già, perché Bvlgari coniuga all’alta gioielleria anche l’alta profumeria. Ed il tutto diventa un tripudio di cromature favolose e note olfattive senza precedenti.

Bvlgari e l’assolutamente femminile Tuberosa

Ecco che l’identità esotica prende il sopravvento. Viene creato l’eau de parfum ispirato alla Tuberosa. Questo pianta nasce nell’America meridionale, dalla famiglia delle Amarillidacee. Sebbene la Tuberosa venga molto spesso demonizzata dalle antiche culture, essa invece si rivela utile, grazie alle sue proprietà terapeutiche. E non solo. I suoi petali sono bianchi. Ed il suo odore diventa, particolarmente, intenso al tramonto. La Tuberosa viene utilizzata anche in cucina per aromatizzare la cioccolata. Tutto ciò accede tra i popoli precolombiani e gli Aztechi. Questi ultimi amano sul serio la Tuberosa.

Oggigiorno, la Tuberosa si coltiva diffusamente in:

  • Marocco
  • Francia
  • Isole Comore
  • Sud Africa
  • Hawaii
  • Antille
  • India
  • Cina.

La combinazione di ingredienti orientali, quali: mirra, vaniglia e Davana, sprigionano una fragranza rilassante. Nella medicina ayurvedica, la Tuberosa trova largo impiego, poiché tale pianta ha un potere calmante e creativo. Dunque, chi soffre di stress o si sente spento, con l’aiuto della Tuberosa, ritrova la propria dimensione. Non a caso, gli stati di disagio emotivo vengono curati anche mediante l’aromaterapia. La Tuberosa è assolutamente femminile, perché essa rappresenta l’identità della donna, dal potere ammaliante e ipnotico.

La Metamorfosi del Serpente secondo Bvlgari

Bvlgari dedica una mostra alla Metamorfosi del Serpente. Ecco un altro animale per cui è aperta, da sempre, una caccia alle streghe. Grazie all’ingegno dell’artista (e regista) Refik Anadol, nasce la scultura polifonica, dedicata alla trasformazione del Serpente. Il carattere multisensoriale dell’opera abbraccia lo spettatore, portandolo a vivere un’esperienza mistica, realizzata dall’intelligenza artificiale.

Il serpente spaventa perché, si sa, può essere fatale. In natura esistono varie specie, delle quali molte sono innocue. Questo rettile è in grado di svestirsi della vecchia pelle, in un solo gesto. Così, la nuova veste permette al serpente di procedere verso un nuovo inizio. Secondo l’interpretazione religiosa, il serpente rappresenta il Diavolo tentatore, che brama di avvolgere il peccatore tra le sue spire. Tra le varie interpretazioni, vi è quella del caduceo delle farmacie: tale simbolo rappresenta la cura nell’incontro con il malessere. Mentre il bastone alato al centro simboleggia il farmacista, in quanto esperto di entrambe le parti. Quest’ultimo, pertanto, è in grado di intervenire con la terapia adeguata.

Oltre la filosofia di Bvlgari

L’approfondimento sulla Maison Bvlgari termina qui. Oltre la filosofia di Bvlgari, c’è la vita di ognuno. La tematica trattata intende, semplicemente, ampliare il punto di vista sulla crescita personale. Tutti sono coinvolti nel processo, in divenire, della metamorfosi. Nulla andrebbe demonizzato, prima di una doverosa conoscenza. Ogni persona è un gioiello, che da grezzo diventa pietra preziosa, dalle naturali sfaccettature.

Alessia Teodora Schito